Surf Green

Maritime Transport and Oil Spill

Il 90% dei trasporti di merci di vario genere avviene via mare. L’esponenziale sviluppo di questo settore è inevitabilmente legato al tema dell’inquinamento; problemi che diventano molto seri quando si parla di inquinamento da idrocarburi.

Il 95% degli sversamenti avviene al di fuori delle acque sottoposte a legislazione internazionale; il rimanente 5% si presenta sotto forma di chiazze di petrolio di marea che vengono considerate accidentali.

Surfrider Foundation Europe

Oggigiorno è possibile operare una continua sorveglianza dell’inquinamento marino da idrocarburi e la previsione della dispersione di tali inquinanti grazie all’utilizzo di dati satellitari, delle previsioni delle correnti marine e di modelli di dispersione e trasporto di idrocarburi, che una volta integrati consentono l’mmediata individuazione di una macchia d’olio e la previsione dello spostamento di tale macchia.

INGV

Advertisements

One response

  1. cesare83

    Sono contento di informare tutti che l’Italia finalmente ha riconosciuto, a livello normativo, questo tipo di inquinamento!!

    (Da ARPAT Toscana)

    Inquinamento marino: l’Italia ratifica la Convenzione di Londra

    La Convenzione di Londra del 2001 (conosciuta come Bunker Oil Convention) regola la responsabilità civile conseguente all’inquinamento marino causato da residui di carburante utilizzato per la propulsione delle navi.

    La Convenzione, negoziata presso l’Organizzazione marittima internazionale (IMO), è entrata in vigore a livello internazionale il 21 novembre 2008. L’Italia ha provveduto alla ratifica della Convenzione, con un disegno di legge approvato in via definitiva il 21 gennaio 2010. Il documento è in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

    La Convenzione ha colmato un vuoto legislativo nel diritto internazionale, che non prendeva in considerazione l’inquinamento provocato dalla fuoriuscita e dal versamento in mare di petrolio utilizzato per il funzionamento e la propulsione delle navi. L’IMO è una delle Agenzie specializzate delle Nazioni Unite, volta a promuovere la cooperazione tra i Paesi membri e a garantire la sicurezza della navigazione e la protezione dell’ambiente marino.

    February 18, 2010 at 1:11 pm

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s