Surf Green

Posts tagged “Australia

The Heart & The Sea

‘The Heart & The Sea’ è il terzo lavoro del regista indipendente australiano Nathan Oldfield, il creatore dei film Surf Center ‘Lines From a Poem’ e ‘Seaworthy’.

Nei tre anni di lavoro, ‘The Heart & The Sea’ esplora la gioia che si trova alla base del surf: la famiglia, gli amici e una intimità condivisa con il mare. Girato tra Australia, Nuova Zelanda, Francia e Spagna, questo è un contributo un po’ rinfrescante e incantevole al genere cinematografico surf.

‘The Heart & The Sea’ features Dave Rastovich, Lauren Lindsey Hill, Alex Knost, Tom Wegener, Sage Joske, Caller Brett, Johnny Abegg, Kassia Meador, Clovis Donizetti, Belinda Baggs, Paul Joske, Ryan Burch , Chris Del Moro, Matt Chojnacki, Jared Mell, Dane Peterson, Harrison Roach e molti altri.

Per maggiori informazionu su ‘The Heart & The Sea’, visita nathanoldfield.com

Advertisements

La Baia Della Luna

RECENSIONE A CURA DI ROSA TUMOLO

Lo dirò molto candidamente: quando lessi per la prima volta – la prima bozza – La Baia della Luna di Winki ne rimasi entusiasta, tanto da catturarmi fino all’ultima pagina, come rapita.

E senza giri di parole posso dirvi che ho voluto fermamente appoggiare questo libro che è un po’ la continuazione ideale di “Australia: quando un sogno diventa realtà”.

Ideale perché l’intenzione di Winki di scrivere un altro libro sempre ambientato in Australia è pervasa in ogni pagina de la Baia della Luna. Ideale perché c’è sempre il Surf che fa da sfondo alle storie che si intrecciano ogni giorno nel Continente Rosso, c’è la musica, il blues, il jazz, c’è sempre il viaggio e la ricerca. C’è sempre la voglia, mentre lo stai leggendo, di prendere uno zaino e partire, on the road, all’avventura.

Ideale perché, oltre ai punti saldi che sono parte integrante della vita dell’autore, c’è molto di più.

L’avventura inizia grazie a un libro fotografico, dono di un amico australiano prima di ripartire per la sua terra, che da l’input per la ricerca di un luogo che sembrerebbe leggendario: La Baia della Luna. Assieme a due amici, Winki prende la decisione di partire e cercare questo posto suggestivo, sentendone il richiamo, come canto di sirena.

Ed eccoci di nuovo nel Continente Rosso. Tavola da surf, matita in mano (si perché lui scrive rigorosamente a matita) e visto di un anno, troviamo Fabrizio accompagnarci passo passo, luogo per luogo, città per città, paese per paese, attraverso il deserto, alla ricerca di questa baia, segreta e magica, attraverso esperienze belle e brutte, ma comunque reali, riportate con fedeltà e col suo stile diretto e senza tanti giri di parole.

E questo viaggio diventa più di una ricerca. “La Baia della Luna” è una vera e propria meta iniziatica. Fabrizio ci conduce per mano in quel tipo di viaggio che precede un rituale di iniziazione, alla ricerca di un posto che è come un sogno, una meta da raggiungere, un luogo che è realtà, ma è anche dentro ognuno di noi.

“La Baia della Luna” è una storia che racconta di amicizia, di rispetto per essa e per la Natura, di prove da superare, di missioni da intraprendere, di tenacia e di consapevolezza. È una storia dove si trova allo stesso tempo saggezza, onestà e divertimento – che non guasta mai. C’è una dose di rabbia contro le ingiustizie, ma anche amore che non può certo mancare.

In queste pagine, così fitte e numerose, c’è l’esperienza di Fabrizio che ci insegna come bisogna fare per raggiungere le mete che ci prefiggiamo con poche semplici regole: ascoltarsi, nel corpo e nella mente, imparando anche dalle disavventure, aprendoci al significato di ciò che ci accade e cambiare rotta se ce n’è bisogno.

È in fin dei conti vita vera. L’annotazione delle sue riflessioni è così precisa e spensierata, così sincera, che ci fa sentire più vicini a lui e l’immaginazione è fervidamente nutrita dalle sue descrizioni. Nello stesso tempo è intenso, spirituale, intimo. Perché la vita è fatta anche di questo.

“La Baia della Luna” si legge come aria pura, non si avverte nessuna forzatura, ma forse una sorta di ingenuità non sui fatti della vita, ma di come la si guarda questa vita, con uno sguardo così sincero che quasi imbarazza. Il Surf, in questo nuovo cammino, è la via che lo conduce verso la Consapevolezza e il contatto più profondo con la Madre Terra.

Ci sarebbe così tanto da dire, ma non voglio rovinarvi il gusto della scoperta e della lettura.

E prima di lasciarvi immergere in questa nuova ricerca, per ultima cosa – ma non certamente meno importante – vorrei ringraziare Winki, non solo attraverso questo mio commento sul suo libro, ma anche direttamente, per avermi citata nei suoi ringraziamenti. Per me è stato spontaneo credere fermamente in qualcosa che reputo sincero e reale, proprio come la storia che leggerete in queste pagine

“Non importa dove tu vada in Australia, est, ovest, nord o sud, ci sarà sempre un posto meraviglioso come questo dove potrai godere di una serata indimenticabile attorno a un fuoco … “

Fonte: Winki.it


Way Of The Ocean: Australia

Way of the ocean: Australia è il primo di una serie di cinque film che attraversano il globo intero. Il film è un ritratto del profondo legame radicato in Australia per il mare e tutta la sua energia. In questo documentario l’isola più grande del mondo offre uno scenario mozzafiato di alcune tra le migliori onde del mondo. Dalle acque tropicali che circondano la Grande Barriera Corallina, attraverso la crudezza gelida del mare del sud e fino alle terre sperdute della Northwestern Australia, WAY OF THE OCEAN catturerà tutti i vostri sensi.

Starring: Josh Kerr, Adam Robertson, Dane Reynolds, Asher Pacey, Taj Burrow, Craig Anderson, Jordy Smith and Kelly Slater

Directed by Matt Kleiner

WAYOFTHEOCEAN.com


Tavola a Noleggio per il tuo Surf Trip

Portare con sè la propria tavola durante i viaggi è sempre complicato. E ‘costoso e a volte potrebbe non arrivare alla fine tutta intera.

Ecco perché Philippe Joubert ha fondato un Rentasurfboard.com.

Questo sito offre servizi unici per i surfisti che viaggiano. È possibile prenotare in anticipo una buona tavola da surf, longboard o SUP per la destinazione prescelta.

Bisogna semplicemente scegliere una tavola disponibile tra le schede delle possibili destinazioni, prenotarla e decidere se andarla a ritirare al centro di nolleggio o se farsela recapitare direttamente in albergo.

Non ci sono costi aggiuntivi rispetto al noleggio in loco.

Rentasurfboard.com è già presente in Australia, Brasile, Centro America, Hawaii, Indonesia, Sri Lanka, Europa, Caraibi, Nord Africa e nuove destinazioni vengono aggiunte ogni settimana.

www.rentasurfboard.com


Saltmotion

Saltmotion ospita una tra le migliori surf and ocean photography e offre bollettini periodici riguardo alle condizioni delle onde intorno a Manly sulle spiagge a nord di Sidney, ogni giorno della settimana. Il loro fotografo professionista, Joel Coleman, potrebbe decidere di scattarvi qualche foto mentre surfate.

  • Joel Coleman

Ogni settimana dal lunedì al venerdì Joel si alza prima dell’alba, esplora la spiaggia da Manly a Queenscliff alla ricerca delle onde migliori, dei surfisti migliori e ovviamente dei migliori scatti. Lui è il ragazzo fermo immobile sulla spiaggia con una grossa 600mm. Altre volte Joel si può trovare tra le onde in mezzo ai surfisti nella line up, mentre usa la sua attrezzatura resistente all’acqua per portarci una diversa prospettiva sul surf.

Saltmotion


Malibu World Surfing Reserve

Save The Waves Coalition, in collaborazione con National Riserve Surfing Australia e l’International Surfing Association, è orgogliosa di annunciare l’imminente dichiarazione dell’iconica Malibu Surfrider Beach come la prima Surfing Reserve al mondo.

La cerimonia di consacrazione per laMalibu World Surfing Reserve si terrà presso Surfrider Beach il 9 ottobre 2010, e la sera raccolta fondi per celebrare questa occasione speciale. L’evento del 9 ottobre segnerà anche l’avvio di un piano di gestione e di conservazione per Malibu volto a costruire la consapevolezza generale circa l’importanza di proteggere il più grande e più caro surf spot del mondo.

Save The Waves Coalition


I Migliori Dottorati Di Studio In Surf

Avete mai pensato di fare domanda per un dottorato di studio in Surf? Riuscite ad immaginarvi all’università del Surf?

Oggi è possibile sviluppare la propria cultura accademica nella scienza del cavalcare le onde grazie ad alcuni programmi di studio post-laurea, dall’Europa all’Australia.

Esistono alcuni programmi di studio universitare per surfers, kitesurfers, windsurfers and bodyboarders.

Alla fino, per esempio, ognuno sarà in grado di costruire delle pinne per la propria tavola basandosi sui principi dell’aerodinamica.

Ecco alcuni corsi di studio.

Universidade Técnica de Lisboa, Faculdade de Motricidade Humana, Portugal

Il corso è composto da 13 moduli all’interno dell’area scientifica della scienza dello sport (teoria e pratica) per un totale di 205 ore suddivise in due semestri. I corsi sono tenuti in gran parte da insegnanti della facoltà di scienze motorie e da professionisti con competenze in aree specifiche di altre istituzioni.
Plymouth University, United Kingdom

Questo corso offre un’opportunità a coloro che ricercano un rigoroso corso di studi degli aspetti scientifici, tecnici e economici dell’industria internazionale del Surf. In ogni anno accademico sono comprese delle ore di Surf pratico. L’università collabora con la British Surfing Association (BSA) e nella laurea in Surf Science and Technology avrete la possibilità di completare il curriculum con la qualifica di insegnante BSA level 1 and 2. E’ compresa anche la possibilità di ottenere la qualifica del NARS Beach lifeguard. Il Corso ha una durata di tre anni a tempo pieno.

Southern Cross University, Australia

Combina la tua passione per il surf con una eccitante carriera. Il Diploma di Sport Management è stato sviluppato per sopperire alle esigenze delle industrie del settore e in collaborazione con Surfing Australia per dotare della conoscenza e delle capacità necessarie gli impiegati e i manager dell’industria globale del surf in espansione.

Universidade da Prancha, Centro Universitário Monte Serrat, Brasil

Unipran ha sviluppato numerose attività accademiche in surfing, windsurfing, skateboarding, wakeboarding and snowboarding, inclusi: corsi post-laurea, ricerca, pubblicazione di libri, etc.Questo corso offre la possibilità di lavorare con la resina per le tavole (riparazione e laminazione), imparazre le basi degli esercizi fisiologici e parla perfino di filosofia yoga e praticarlo per mostrarne l’importanza per ottenere una vita più armoniosa.

Fonte: SurferToday